"Il meno che si possa chiedere ad una scultura è che stia ferma."

Salvador Dalì

Antichissima forma di espressione artistica, la scultura è l’arte che permette di creare oggetti liberi nello spazio, opere plastiche o che, grazie alla loro tridimensionalità, possono essere contemplate da più lati e rese così tangibili.
Un’arte sublime la scultura, riesce in un modo del tutto unico ad offrire una visione completa della realtà, raffigurando il mondo attraverso la modellazione di materiali diversi, più o meno pregiati come legno, pietra o marmo, argilla, creta, resine, metallo, avorio o bronzo.

Desideri valutare una scultura in tuo possesso?

Il Rigattiere di Faenza offre un servizio di valutazione gratuita e senza impegno di sculture e bronzi.

Richiedi una valutazione

Tipologie di opere scultoree

Quando parliamo di scultura bisogna classificare le opere in base a un aspetto fondamentale: l’esistenza o meno di un piano di fondo. In base a questo dettaglio, le sculture possono essere classificate in:

Rilievo

Il rilievo a sua volta può essere diviso in diverse tipologie: altorilievo, mezzorilievo, bassorilievo, rilievo pittorico o schiacciato sono le tecniche che prevedono un piano di fondo dal quale l’opera sporge più o meno in base alla tecnica utilizzata. Il rilievo permette di creare effetti visivi simili alla pittura usando diversi effetti di risalto nello scolpire il materiale.

Scultura a tutto tondo

La tecnica a tutto tondo prevede l’assenza di un piano di fondo quindi produzione di opere tridimensionali, chiamati anche statue o rilievi totali, che offrono prospettive a 360°.

Tecniche scultoree

Intaglio

L’intaglio è adatto a materiali moderatamente come il legno e prevede scolpire o intagliare il materiale di supporto con l’aiuto di uno scalpello o comunque un oggetto appuntito o tagliente.

Modellazione

La modellazione è una tecnica scultorea adatta a materiali più morbidi come l’argilla, la cera, il gesso, stucco e può essere eseguita a mano libera o con vari strumenti idonei.

Tecnica della fusione

Adottata soprattutto per la realizzazione delle opere in bronzo, la tecnica della fusione è nota sin dall’antichità. Metodo artistico complesso, la fusione in bronzo richiede molta tecnica e raffinatezza formale, inoltre è parecchio costosa. La tecnica della fusione in bronzo permette di realizzare opere straordinarie, effetti visivi d'eccezione e opere di grande valore estetico. La realizzazione delle sculture in bronzo richiede un sistema progettuale che prevede una simulazione stilistica e formalmente consona al risultato che si vuole ottenere, dell’opera da realizzare.
Solitamente i bozzetti vengono fatti usando materiali come cera, creta o argilla. La tecnica della fusione è nota anche come “cera persa” che a sua volta può essere diretta o indiretta - in funzione alla colatura del bronzo nella matrice.

Valutazione Sculture

Esprimere un valore di mercato di una scultura potrebbe sembrare un'operazione semplice. Non è però sufficiente consultare indici di mercato, database di gallerie che mettono a disposizione dati sulle vendite passate o aggiudicazioni in asta di lotti simili oppure di opere dello stesso autore. La valutazione di una scultura è un’operazione complessa: il giudizio dell’esperto incaricato ha alla base anni di lavoro nel campo dell’arte e lunga esperienza nel trattare sculture e altre tipologie di opere d’arte come dipinti, ceramiche, maioliche ed altro. 

Il Rigattiere di Faenza offre un servizio gratuito e senza impegno di stima per le opere scultoree e bronzi in vostro possesso. La valutazione delle sculture offerta dagli esperti de Il Rigattiere è inoltre veloce, semplice da ottenere e confidenziale, permette di valorizzare oggetti d’arte sfruttando al massimo il loro potenziale.

Come si svolge la valutazione delle sculture?

Il primo passo per mettere in vendita una scultura è, senza dubbio, richiedere una stima del suo valore di mercato; la stima di un bronzo o di una scultura antica dovrà sempre confrontarsi con l'andamento del mercato dell'arte e indici di autori (se noti), l'interesse dei collezionisti per l’artista o la tipologia di opera che abbiamo di fronte nonché dei macro-trend del mercato dell‘arte. La prima valutazione di un'opera scultorea è sempre su base fotografica - è sufficiente inviarci delle immagini dettagliate della sculture o della collezione di opere in tuo possesso. Qualora fosse possibile, è utile descrivere brevemente le opere e specificare se le opere presentano difetti o mancanze, rotture o imperfezioni immediatamente visibili. Nella fase di expertise di un'opera scultorea è utile sapere anche se l'opera è stata sottoposta a passati restauri o se invece è nello stato originale.

La valutazione di un bronzo o di una scultura che è espressa su base fotografica può essere soggetta a modifiche o correzioni previa un’analisi approfondita, dal vivo. Gli esperti Il Rigattiere valutano singoli oggetti e intere collezioni di oggetti d’arte, non solo a Faenza, ma in tutta Italia. 

Criteri della valutazione delle sculture e dei bronzi

La stima di una scultura si basa su un’attenta analisi di alcuni aspetti oggettivi e soggettivi tra cui:

  • Stato di conservazione ed eventuali difetti
  • Epoca di realizzazione
  • Stile
  • Materiale
  • Autenticità
  • Estetica
  • Passati restauri - se esistenti
  • Provenienza e proprietari passati - se siano noti

Richiedi subito una valutazione gratuita per sculture e opere in bronzo. La valutazione offerta da Il Rigattiere di Faenza è senza impegno, veloce e confidenziale.
Riceverete una risposta nei più brevi tempi possibili.